A. Belardinelli - Macallè Blues

Vai ai contenuti

Menu principale:

News & Revues > Recensioni

Recensioni: i libri...

Antonio Belardinelli

Boxe and blues

Bookabook Edizioni - collana Narrativa - 2017

Più che la marginale colonna sonora che costituisce il sottofondo di questi cinque racconti, in questo libro il blues va inteso come cupo, contrito colore dell'anima; quell'accordo, sempre minore, che sottende l'incalzante, ritmica narrazione delle singole storie e ne accompagna, con discrezione, lo svolgersi.
Qui, il vero protagonista, ancorché in senso lato, è invece la boxe. Non come sport, ma come attitudine alla sopravvivenza. O, se si preferisce, disabitudine alla resa. Di fronte a un pericolo, a una difficoltà, il bivio che ci si trova davanti indica sempre e soltanto due possibili strade: fuga o combattimento. C'è stato chi, filosofo, ha elogiato la prima: in Boxe And Blues, si sceglie la seconda! I soggetti di questi racconti sono pugili - sì - ma per dire. A volte, loro malgrado, si ritrovano combattenti sul ring del quotidiano vivere. Fanno a pugni con le avversità della vita, con le proprie trame esistenziali irrisolte, complicate, sofferte. La boxe, dunque, diventa metafora del combattere, coi suoi colpi dati, spesso presi; dell'opporsi, anche in maniera scomposta e impreparata, a un destino contrario nel tentativo di riaffermare la propria volontà, di ristabilire quell'equilibrio spezzato che identifichiamo come rappresentazione della giustizia.
Antonio Belardinelli, giovane poeta e scrittore genovese concede, poi, alla vera boxe di inframmezzare, con rapidi flash, i racconti di un'umanità dolente che, quando debole nelle gambe e in debito d'ossigeno, sembra cedere sull'ultimo metro.

Giovanni Robino        


 
Copyright 2016. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu